Castrum Montis, c’era una volta un castello

Nell’ara medievale sarà presente l’associazione Castrum Montis con il campo con tende: esposizione di stoviglie ricostruite da ritrovamenti nel territorio, didattica su duelli scenici e historical medieval battle e sulle tecniche usate e armi. Inoltre la lavorazione della lana: tosatura, cardatura, filatura e tessitura su telaio classico con pesi, telaio a tavolette e tessitura a nodi.

Non è l’inizio di una fiaba, ma la storia vera della Rocca Medioevale edificata ai tempi di Arduino, marchese d’Ivrea. Era il 1006 e fu proprio da quell’antico “Castrum montis” prese il nome la città di Castellamonte. Oggi ne ha assunto la denominazione il Gruppo storico.

Il Castello, in origine, era protetto da un muro che cingeva l’intera collina, scendendo verso la pianura, su cui si aprivano sette porte. Fu una delle più complesse strutture fortificate del Canavese.
Qui, discendenti di Arduino, marchese d’Ivrea e Re d’Italia, primi Conti di Castellamonte, gestirono per secoli un feudo sempre più grande, tanto che il Contado di Castellamonte era suddiviso in ben 271 giurisdizioni controllate dalle famiglie imparentate con i Castellamonte.

Il Gruppo storico Castrum Montis, a poco a poco, si immerge sempre di più nella realtà vissuta dalla popolazione di Castellamonte sette secoli prima. Tuttavia, oltre alla capacità rievocativa, il Gruppo sta perfezionando lo studio e l’applicazione di numerose attività praticate nel XIV sec. La guida naturalistica, specializzata nella conoscenza delle erbe mediche, rappresenta l’erborista, ruolo essenziale nelle comunità medioevali per le pratiche di medicina, di scienza e delle arti magiche che venivano praticate in modi ed occasioni diverse, poiché con le erbe le levatrici, le fattucchiere, le maghe e gli speziali preparavano pozioni ed unguenti che procuravano sollievo e guarigioni, ma anche l’amore o la morte. Da menzionare Il team di Combattimento, che si esibisce in duelli scenici di scherma Medievale.

Ognuno nel Gruppo si ingegna: cuce, carda, fila, tesse, tecnica del macramè, intreccia cesti, lavora il cuoio, cucina cibo medievale, degustazioni di ippocrasso e birra con la didattica di come questi prodotti nascono e vengono realizzati.