Scherma e combattimento tardo medievale tradizionale europeo

A Torino Comics, domenica 23 aprile, La Compagnia del Pomo e Della Punta (Scuola di Scherma e di Cultura Medievale) propone al pubblico una dimostrazione tecnica di scherma e combattimento tardo medievale tradizionale europeo. L’associazione sarà presente anche nelle giornate di venerdì e sabato con uno spazio informativo.

La compagnia del Pomo e della Punta

La Compagnia Del Pomo e Della Punta, Scuola di Scherma e di Cultura Medievale con sede in Bosconero, è Associazione Sportiva Dilettantistica affiliata a UISP Comitato di Torino, registrata presso il CONI, già patrocinata dalla Città di Torino come accademia di scherma storica.

L’Associazione è attiva con vari Comuni (Bosconero, Grugliasco, Torino, etc.) e collabora con molti enti locali e prestigiose organizzazioni, scuole e associazioni. Con la Fondazione Torino Musei e precisamente con il Borgo Medievale, con il Ministero dei Beni Culturali e la Soprintendenza ai Beni Architettonici e Culturali, la collaborazione si amplia sotto forma di interventi quali corsi, dimostrazioni e seminari tecnici.

Perché “del pomo e della punta”

Le due estremità della tipica spada medievale sono il pomo (o pomolo) e la punta. La punta, acuminata e affilata, ha la funzione di colpire e ferire. Il pomo, tondeggiante, armonioso e spesso elegante, è una massa metallica con lo scopo di bilanciare la spada. La punta è l’acuto ed è il simbolo dell’istinto, dell’irruenza, dell’azione, della forza, dell’ira. Il pomo invece è il tondo e rappresenta il controllo, l’armonia, l’equilibrio, il pensiero, l’intelligenza, la ponderazione, la prudenza. Il motto della Compagnia è “AD EXTREMOS IUNGERE” ovvero “AD UNIRE GLI ESTREMI” perché si crede giusto si debba arrivare ad un compromesso, ad un equilibrio, ad una unione di questidue estremi. Lo spirito, l’ambiente, la disciplina ed il principio, il concetto di appartenenza alla Scuola sono gli argomenti fondamentali per chi vuole praticare questa antica Arte Marziale con noi. Il rigore, gli approfondimenti, non si limitano ad un aspetto meramente tecnico ed affrontano anche il tema storico, etico e simbologico: i dettami della Cavalleria, l’arte del buon combattimento, rispetto e fedeltà. Il lavoro psicofisico si concentra in una ricerca dell’equilibrio individuale all’interno di una sana armonia di gruppo. Il corso propone la preparazione, l’addestramento, la realizzazione delle tecniche di combattimento in uso ai Cavalieri e Uomini D’arme professionisti (bastone lungo/lancia corta, uso della spada a due mani, da una mano e mezza, da una mano con scudi, lotta corpo a corpo, difesa da daga, etc.). L’impegno nella “progressiva crescita nel controllo e nella tecnica” diventa la migliore garanzia per la massima sicurezza durante la pratica.
Tutto è coniugato con il rispetto per l’unicità delle persone.

sito web: www.pomoepunta.it