Un fumetto per raccontare il dramma della deportazione

Trasmettere la memoria della Seconda guerra mondiale alle nuove generazioni grazie al linguaggio del fumetto: è l’obiettivo del progetto di alternanza scuola-lavoro che coinvolge gli studenti delle classi III B e IV B, indirizzo Arti figurative, del Primo Liceo Artistico di Torino. Seguiti da un tutor d’eccezione, lo sceneggiatore Pasquale Ruju, che dal 1995 fa parte del gruppo di autori di Dylan Dog, gli studenti sono impegnati nella realizzazione di un graphic novel a partire dal romanzo storico di Monica Dogliani e Andrea Ronchetti La contabilità del diavolo (Montauk Edizioni, 2016).

La narrazione storica trasformata in fumetto permette così ai ragazzi e alle ragazze del liceo di riflettere sulle drammatiche vicende dei personaggi, intrecciare le loro esistenze e seguirne gli itinerari: dal ghetto di Łódź al campo di sterminio di Auschwitz, dalle strade del Lager alla complessa quanto controversa “via dei ratti”, un sistema di vie di fuga attraverso il quale criminali di guerra nazisti e collaborazionisti fuggirono, soprattutto verso l’America Latina. Un modo per permettere agli studenti di cimentarsi con tutte le fasi di lavorazione del graphic novel, mantenendo viva la memoria di questo tragico periodo storico.

Il progetto sarà presentato a Torino Comics domenica 14 aprile alle ore 15 e per l’occasione saranno presenti, oltre agli studenti che vi hanno preso parte, Monica Dogliani, scrittrice e direttore editoriale Montauk Edizioni, Pasquale Ruju, autore e sceneggiatore Sergio Bonelli Editore; l’assessore all’Istruzione della Regione Piemonte; Giuseppe Stassi, docente di Discipline Pittoriche Primo Liceo Artistico di Torino; Roberto Cardaci, sociologo.